VISITA IMèR, PICCOLO BORGO ALPINO

IL NOSTRO PAESE

PORTA DI PRIMIERO, BALCONE SULLE DOLOMITI
IMÈR

Imer, nella Valle di Primiero, è il primo paese che si incontra entrando nella gola dello Schenèr. Adagiato sul letto del ruscello Rio San Pietro, è in posizione soleggiata e panoramica sulla strada che porta a San Martino di Castrozza. Da qui si possono ammirare i monti circostanti, le Pale di San Martino, le Vette Feltrine, il Monte Pavione e il Monte Vederna, dove si sviluppano numerose escursioni. Da vedere, la chiesa di San Silvestro. A settembre ospita la conosciuta Festa del Canederlo del Primiero.

Imer è un piccolo paese di montagna. Due le frazioni del comune, Masi e Pontet. Gode di una bella posizione baciata dal sole, anche se in autunno ed in inverno, si trasforma in un paesaggio pittoresco, quasi di fiaba: i monti Vederna e Tasè, infatti, nascondono il sole e Imer si ricopre di una spessa coltre di brina, chiamata “Brosa”.

imèr
imèr

I monti che lo circondano invitano a tante escursioni, due sono quelle più caratteristiche: ai piedi del Monte Pavione si trova l’ampio piano dell’Alpe Vederna con numerosi masi usati per l’alpeggio e il riparo del fieno, un rifugio e la chiesetta della Madonna delle Neve. Altra bella escursione è quella che porta sulla cima del Monte Vederna su cui si trova un ampio prato facilmente raggiungibile con strada forestale. A nord del prato è posizionata la croce degli alpini, da dove ammirare l’intera vallata del Primiero.

Da un punto di vista artistico, la chiesa parrocchiale presenta al suo interno un tipico ciborio ligneo trentino, mentre su una rupe dominante la valle proprio sopra al paese si trova l’antichissima chiesa di San Silvestro del ‘200, meta di pellegrinaggio perché una leggenda narra che qui San Silvestro abbia compiuto un miracolo.

Solàn

Imer si suddivide in due tronconi: la parte storica si sviluppa nei pressi del ruscello, mentre quella più recente sulla direttiva che porta a San Martino e Passo Rolle. Da sempre, è stato un paese importante per l’intera vallata: un tempo era unito a Canal San Bovo, nell’XI secolo costituiva una delle quattro regole del Primiero, mentre alla fine della Prima Guerra Mondiale aveva la funzione di dogana tra Impero Austro Ungarico e Regno d’Italia.

Via Nazionale, 167 | 38050 | Imèr (Tn)
Tel. +0439 67080 Cel. +328 6626032 info@albiviohotel.it

© Hotel Al Bivio | P.IVA 00661260224 | Privacy & Policy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi